Giornata Mondiale della Salute 2018

English translation

 

              Updating Medicina del Lavoro participa alla Giornata Mondiale della Salute 2018 organizzata dalla  Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) e supportata dalla Campagna SALUTE PER TUTTI e da Universal Health Coverage 2030 (UHC2030) partnership internazionale per la Salute.

Il tema di questa Giornata Mondiale della Salute, che cade in occasione del settantesimo anniversario dalla fondazione della WHO, è “Copertura Sanitaria universale (UHC): per ciascuno, ovunque”.

Le schede informative più recenti sulla UHC realizzate dalla WHO sono disponibili alle pagine WHO – Media centre ed alla pagina What is universal coverage?

UMdL è autorizzata dalla WHO alla traduzione in italiano delle pagine Key messages for World Health Day 2018 e Campaign essentials for World Health Day 2018. Le traduzioni sono disponibili alle pagine Messaggi chiave per la Giornata Mondiale della Salute 2018 Concetti fondamentali per la Campagna in favore della Giornata Mondiale della Salute 2018.

.Messaggi per la Giornata Mondiale della Salute

  • Copertura sanitaria universale (UHC) consiste nel far sì che tutte le persone possano accedere a servizi sanitari di qualità dove e quando sia necessario senza subire gravi disagi economici.
  • Nessuno dovrebbe essere costretto a scegliere tra una buona salute e le altre necessità della vita.
  • La Copetura sanitaria universale è fondamentale per la salute e il benessere delle persone e delle nazioni.
  • Una Copertura sanitaria universale è realizzabile. Alcuni paesi hanno fatto dei notevoli progressi. La loro sfida è garantire la copertura in modo tale da soddisfare le aspettative della popolazione.
  • Tutti i paesi dovrebbero affrontare la UHC in modi diversi: non esiste un approccio unico valido per tutti ma ciascun paese può far qualcosa per far progredire la Copertura sanitaria universale.
  • Rendere i servizi sanitari davvero universali richiede un cambiamento passando dalla progettazione dei sistemi sanitari attorno alle malattie e alle istituzioni a dei servizi sanitari concepiti attorno alle persone e per le persone.
  • Ciascuno può svolgere un ruolo importante lungo il percorso che porterà alla UHC partecipando alla discussione per la Copertura sanitaria universale.

Troppe persone  al giorno d’oggi sono escluse da una copertura sanitaria

“Universale” nell’ambito della UHC significa “per tutti”, senza discriminazioni, senza abbandonare nessuno. Ciascuno in ogni luogo ha il diritto di usufruire dei servizi sanitari necessari senza per questo impoverirsi economicamente.

Di seguito sono presentate alcune informazioni e cifre sullo stato della Copertura sanitaria universale al giorno d’oggi:

  • Attualmente almeno la metà della popolazione mondiale non è in grado di ottenere servizi sanitari essenziali.
  • Quasi 100 milioni di persone sono spinte verso l’estrema povertà, costrette a sopravvivere con 1,90 dollari al giorno o meno, poichè sono costrette a pagare di tasca propria per i servizi sanitari.
  • Oltre 800 milioni di persone (ossia, quasi il 12% della popolazione globale) spende almeno il 10% del proprio bilancio familiare in spese sanitarie per se stessi, per un figlio malato o per un altro membro della famiglia. Queste persone sostengono le cosiddette “spese catastrofiche”.
  • Sostenere ingenti spese per la salute è un problema mondiale. Nei paesi più ricchi in Europa, Sud America e parte dell’Asia, che hanno raggiunto livelli elevati di accesso ai servizi sanitari, c’è un numero crescente di persone che stanno spendendo almeno il 10% del proprio bilancio domestico per spese sanitarie.

Cos’è UHC

  • Copertura sanitaria universale significa che che tutte le persone e le comunità ricevano i servizi sanitari necessari senza subire gravi disagi economici.
  • UHC rende possibile a ciascuno l’accesso ai servizi che affrontano le principali cause di malattie e di morte e garantisce che la qualità di tali servizi sia sufficiente a migliorare la salute delle persone che ricevono assistenza.

 Cosa non è UHC

  • UHC non significa copertura gratuita per tutti gli interventi sanitari possibili, a tutti i costi, dato che per nessun paese sarebbe sostenibile fornire tutti i servizi gratuitamente.
  • UHC non consiste solo nell’assicurare solo i servizi sanitari essenziali, ma  anche garantire una progressiva espansione della copertura dei servizi sanitari e di una salvaguardia economica quanto più le risorse diventino disponibili.
  • UHC non si occupa solo dei trattamenti medici per gli individui, ma comprende anche servizi per l’intera popolazione quali le campagne di salute pubblica – come aggiungere fluoruro alle acque o controllare i luoghi di riproduzione delle zanzare che trasmettono virus patogeni.

UHC non promuove solo l’assistenza sanitaria e il finanziamento del sistema sanitario di ciascun paese ma si occupa di tutti i componenti del suo sistema sanitario: fornitori di sistemi e di assistenza sanitaria  che effettuano prestazioni direttamente alle persone, strutture sanitarie e reti di comunicazione, sistemi informativi, tecnologie sanitarie, meccanismi di controllo della qualità,  autorità governative e legislative.

[“Tradotta in italiano da Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com / lucio.fellone@unisi.it) per Updating Medicina del Lavoro a partire da WHO Global health days – Key messages for World Health Day 2018. La WHO non è responsabile né dei contenuti della traduzione né della sua accuratezza, la versione originale in inglese è quella ufficiale ed autentica.”].
[“Translated into Italian by Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com / lucio.fellone@unisi.it) for Updating Medicina del Lavoro from WHO Global health days – Key messages for World Health Day 2018. WHO is not responsible for the content or accuracy of this translation. In the event of any inconsistency between the English and the insert language translation, the original English version shall be the binding and authentic version.”].

 

I leaders mondiali sono chiamati dalla WHO a realizzare quanto sostenuto nella agenda dei Sustainable Development Goals (SDGs)  garantendo la salute per tutte le persone. Per tale ragione le parole chiave di questa Campagna sono ISPIRARE, MOTIVARE e GUIDARE.

Universal Health Coverage 2030 (UHC2030) è un movimento globale atto a realizzare dei sistemi sanitari più forti per ottenere una copertura sanitaria universale. UHC2030 condivide il UN Global Compact e i suoi 10 principi; esiste anche la versione in italiano resa disponibile dal Global Compact Network Italia.

UHC fornisce anche il Volantino della World Health Day 2018 e i materiali da condividere con i Social Media.

Copertura sanitaria universale implica anche ottenere la migliore Educazione possibile per tutte le persone basata su Sei principi come suggerito dalla Principles for Responsible Management Education (PRME).

Dati sulla UHC in Italia mostrano: un valore ≥ 80 di copertura dei servizi essenziali per la salute (in una scala che va da 1 a 100); il 93% di bambini di un anno di età che hanno ricevuto le 3 dosi di vaccino per difterite-tetano-pertosse; il 79% delle persone affette da tubercolosi che sono state trattate con successo. Questi ed ulteriori informazioni sono disponibili sul database della WHO alla pagine Universal Health Coverage in Italy.

GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE 2018: SALUTE PER TUTTI Passa all’azione!

Come partecipare alla World Health Day 2018 secondo la WHO.

Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com / lucio.fellone@unisi.it)

Links alla: Giornata Mondiale della Salute 2017.

ultimo aggiornamento al 07/04/2018

——————————-

uhc-infographic

whd2018-social-media-uhc2

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

World Health Day 2017

English translation

UMdL partecipa alla Giornata Mondiale della Salute che si celebra il 7 Aprile 2017 sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO).

Argomento principale dell’edizione di quest’anno è la Depressione. Per l’occasione sono previsti numerosi eventi nel mondo ed è stata organizzata una campagna dal titolo “Depressione: parliamone“. A questo link sono disponibili tutti i posters; qui disponibili i video.

Forniamo la nostra traduzione autorizzata in italiano del documento realizzato dalla Federazione Mondiale per la Salute Mentale (WFMH) dal titolo “DEPRESSIONE SUL LUOGO DI LAVORO“.

Inoltre, proponiamo alcuni estratti in italiano del Comunicato Stampa della WHO del 30 marzo 2017 proprio sulla Depressione:

”      La Depressione è la prima causa di malattia e disabilità al mondo. Secondo gli ultimi dati della WHO, attualmente più di 300 milioni di persone al mondo sono colpite da Depressione, con un aumento superiore al 18% tra il 2005 ed il 2015. La carenza di supporto per le persone affette da disturbi mentali, associato al timore legato a luoghi comuni, fa sì che molte persone non accedano ai trattamenti necessari per avere nuovamente una vita sana e produttiva.

Questi nuovi dati sono stati comunicati alla vigilia della Giornata Mondiale della Salute del 7 Aprile, il culmine della campagna annuale “Depressione: parliamone“. L’obiettivo principale della campagna è che venga richiesto e fornito aiuto ad un sempre maggior numero di persone affette da depressione, in qualunque parte del mondo.

[…]

E’ necessario anche un maggiore investimento. In molti paesi è assente o presente in misura limitata un supporto per le persone affette dai disturbi mentali. Anche in nazioni ad alto reddito, quasi il 50% delle persone colpite dalla Depressione non ricevono una cura. In media, solo il 3% degli stanziamenti dei governi per la salute è destinato alla salute mentale, con una variazione da meno dell’1% in paesi a basso reddito al 5% nei paesi ad alto reddito.

Investire nella salute mentale ha anche un ritorno economico. Ogni dollaro investito nell’incrementare il trattamento della Depressione e dei Disturbi d’Ansia produce un ritorno di 4 dollari ottenibile da un miglioramento della salute e della capacità lavorativa. La cura viene effettuata solitamente o con la psicoterapia o mediante trattamento con farmaci antidepressivi oppure combinando entrambi. mhGAP Intervention Guide- engGli approcci possono essere forniti anche da personale sanitario non specializzato, a seguito di un breve corso di preparazione,  e mediante l’uso della guida della WHO, la “WHO’s mhGAP Intervention Guide“. Più di 90 paesi, di differente reddito, hanno introdotto programmi che forniscono un trattamento per la Depressione ed per altri disturbi mentali utilizzando questa Guida all’Intervento…”

(Traduzione in italiano di alcuni contenuti della news release “Depression: let’s talk” says WHO, as depression tops list of causes of ill health)

Cos’è la Depressione?” Il sito della World Health Day 2017 fornisce questa definizione così tradotta in italiano:

Cos’è la Depressione?

La Depressione è una malattia caratterizzata da persistente tristezza e perdita di interesse per le attività che di solito provocano piacere, accompagnata da una incapacità di eseguire le normali attività quotidiane, per almeno 2 settimane. Inoltre, le persone colpite da Depressione usualmente presentano alcuni dei seguenti sintomi: perdita di energia; cambiamenti nell’appetito; maggiore o minore sonno; ansietà; riduzione della concentrazione; indecisione; irrequietezza; sentimenti di impotenza, colpa o disperazione; pensieri di autolesionismo e suicidio.

(tradotto dal box What is Depression? della WHD 2017)

Sul piano occupazionale connesso alla Depressione c’è anche il tema dello Stress Lavoro-Correlato. Tale problematica è stata al centro della Giornata Mondiale per la Salute e Sicurezza sul Lavoro 2016 anche con un report dal titolo “Stress sul luogo di lavoro: una sfida collettiva”. Maggiori informazioni sulla pagina apposita di UMdL.

Ulteriori informazioni su alcuni degli argomenti trattati sono disponibili nel Piano d’Azione per la Salute Mentale 2013-2020 della WHO (disponibile anche in italiano).

[Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com / lucio.fellone@unisi.it)]

I nostri link alla: Giornata Mondiale della Salute Mentale 2014Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro 2016.

Aggiornato al 07/04/2017


Link al video “I had a black dog, his name was depression” realizzato per la WHO con sottotitoli anche in italiano: https://youtu.be/XiCrniLQGYc

la-depressione-sul-luogo-di-lavoro-depression-in-the-workplace-wfmh

Depressione sul luogo di lavoro” traduzione in italiano di “Depression in the workplace” della WFMH.

WDFSAHAWork 2016

Report in inglese relativo al tema del SafeDay 2016 dal titolo “Stress lavoro-correlato: una sfida collettiva“.

WHO_58e6c564b5aa3

Se pensi che un collega possa soffrire di depressione, offrigli il tuo supporto“.

Infographic-investment-treating-depression

Ogni dollaro investito nell’incrementare il trattamento della Depressione e dei Disturbi d’Ansia produce un ritorno di 4 dollari ottenibile da un miglioramento della salute e della capacità lavorativa. “(WHO News Release del 30 Marzo 2017)