28 aprile 2019: Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro

English translation

Poster

 Come ogni anno, anche nel 2019 UMdL partecipa alla Giornata mondiale per la salute e sicurezza sul lavoro  sostenuta anche dalla International Labour Organization (ILO) e supportata dalla International Social Security Association (ISSA) e dalle Nazioni Unite (UN). Quest’anno la Campagna costituisce anche un tributo al Centenario della nascita dell’ILO.

Il 28 Aprile è anche il giorno dell’International Workers’Memorial Day; maggiori informazioni sulle iniziative organizzate per l’occasione sono disponibili sul sito AFL-CIO America’s Union website  e su 28april.org.

In molte località italiane il 28 aprile è vissuto come un’ ulteriore opportunità per ricordare e supportare tutte le vittime dell’amianto attraverso la Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto.

Quest’anno il tema della Giornata mondiale è “A SAFE AND HEALTHY FUTURE OF WORK” / “UN FUTURO DEL LAVORO SICURO E SALUTARE“). Qui il link al report ufficiale sull’argomento dal titolo: SAFETY AND HEALTH AT THE HEART OF THE FUTURE OF WORK Building on 100 years of experience / SICUREZZA E SALUTE AL CENTRO DEL FUTURO DEL LAVORO sulla base di 100 anni di esperienza e i messaggi chiave della Campagna.  Di seguito viene riportata una traduzione in italiano di quanto espresso dall’ILO nella pagina ufficiale di presentazione della Campagna .

  Ispirato al centesimo anniversario dell’ILO e sulla questione relativa al futuro del lavoro, quest’anno la Giornata mondiale vuole fare il punto sui 100 anni di attività a favore del miglioramento della salute e sicurezza e guarda al futuro al fine di continuare ad impegnarsi alla luce di quelli che sono i principali cambiamenti tecnologici, demografici, di sviluppo sostenibile includendo anche i cambiamenti climatici e l’organizzazione del lavoro.

La Giornata del 29 aprile 2019 è solo l’inizio di una serie di eventi e attività che si avvicenderanno per tutto il resto dell’anno sul tema della salute e sicurezza e sul futuro del lavoro celebrando e ripartendo proprio dalla ricchezza delle conoscenze e dalle attività svolte nel corso di 100 anni preparandoci ad affrontare e a riconoscere i cambiamenti che ci riserva il futuro del lavoro che noi vogliamo.

L’ILO diffonde un report globale in tal senso, condividendo la storia di 100 anni trascorsi a salvare vite umane e a promuovere salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. Il report si propone di immortalare l’evoluzione della salute e della sicurezza dalla data di fondazione dell’ILO avvenuta nel 1919 fino ad oggi, passando per i principali momenti che hanno inciso in tale ambito e che hanno influenzato il modo in cui l’ILO ha contribuito a migliorare la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro.

Ancor di più il report mondiale si propone di affrontare i cambiamenti delle modalità di impiego, della tecnologia (digitalizzazione e tecnologie dell’informazione e della comunicazione, lavoro su piattaforme digitali, automazione e robotica), della demografia, della globalizzazione, dei cambiamenti climatici e di altri fattori chiave che stanno colpendo le dinamiche di sicurezza e salute e la natura stessa delle professioni impiegate in questo campo; né vengono altresì trascurati le differenti declinazioni e i rischi “tradizionali” che permangono o che stanno ri-emergendo nei paesi in via di sviluppo ed in quelli sviluppati.

Per approfondire la discussione, l’ILO presenta anche  33 articoli originali scritti da reali protagonisti della comunità della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro provenienti da tutto il Mondo che condividono messaggi e testimonianze efficaci sulla salute e sicurezza occupazionale e sul futuro del lavoro da diversi punti di vista di tipo tecnico e pratico.

Come riportato dalla Brochure della Campagna: “... Ogni anno nel mondo muoiono 2,78 milioni di lavoratori a causa di incidenti sul lavoro e malattie lavoro-correlate (per la precisione sono 2,4 milioni le moriti da malattie lavoro-correlate) e ulteriori 374 milioni di lavoratori soffrono di infortuni sul lavoro non fatali…

Secondo i dati raccolti dall’ANMIL in merito agli incidenti mortali sul lavoro in Italia, riportati dai mezzi di informazione, all’aprile del 2019 si sono verificati 87 incidenti mortali (ben 9 episodi in più rispetto allo scorso anno); secondo fonti INAIL in tutto il 2018 le denunce pervenute all’ente sono state di 1.133 decessi (con un grave peggioramento di 104 morti in più rispetto a tutto il 2017).

Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com)

Link alle precedenti Giornate Mondiali per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

Aggiornato al 27/04/2019


Opuscolo

GLOBAL STRATEGY

1912_WMD_EngPoster_8x11

cancer-work-causes_es (1)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...