Giornata Mondiale della Tubercolosi 2019

English translationWTBD2017_Logo_FullColor_RGB

tb-day-2019-animated-logo

Anche quest’anno UMdL partecipa attivamente alla Giornata Mondiale per la lotta alla Tubercolosi 2019 organizzata dalla Stop TB Partnership e supportata dalla World Health Organization (WHO) e dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Tutti i materiali relativi alla campagna di quest’anno sono disponibili all’indirizzo web: http://www.stoptb.org/events/world_tb_day/2019/materials.asp.

Come si evince dal sito ufficiale della WHO: “Ogni anno, commemoriamo il 24 marzo la Giornata Mondiale della Tubercolosi (TB) per aumentare la consapevolezza pubblica sulle conseguenze sanitarie, sociali ed economiche devastanti della TB; e predisporre sforzi per porre fine all’epidemia tubercolare a livello globale. La data ricorda il  giorno in cui nel 1882 il Dr. Robert Koch annunciò la scoperta del batterio che causava la tubercolosi e aprì la strada verso la diagnosi e la cura della malattia. 
Tuttora la TB resta la più mortale tra le malattie infettive. Ogni anno circa 4.500 persone muoiono a causa della tubercolosi e circa 30.000 si ammalano di questa patologia prevenibile e curabile. A partire dal 2000 gli sforzi globali per combattere la tubercolosi hanno salvato circa 54 milioni di persone e hanno ridotto del 42% il tasso di mortalità per TB. Per accelerare la risposta alla malattia in ciascun paese al fine di raggiungere gli obiettivi – molti capi di stato si sono riuniti e hanno assicurato un notevole coinvolgimento per porre fine alla tubercolosi in occasione del primo Meeting di Alto-Livello delle Nazioni Unite (UN) sulla TB tenutosi presso il quartier generale delle Nazioni Unite il 26 settembre 2018.

Il tema della Giornata Mondiale della tubercolosi 2019 è – ‘E’ il momento‘ (‘It’s time’) – poni l’accento sull’urgenza di un maggior coinvolgimento dei leader globali su: Estendere l’accesso alla prevenzione e al trattamento; Promuovere una risposta alla tubercolosi che sia equa, basata sui diritti e centrata nelle persone; Assicurare finanziamenti sufficienti e sostenibili includendo anche quelli per la ricerca; Promuovere la fine di pregiudizi e discriminazione; Mettere in opera strumenti di responsabilità e verifica.

Traducendo liberamente in italiano estratti dal Riepilogo Generale (Executive Summary- Global tuberculosis report 2018) relativa al Global TB Report 2018 della WHO si evince:

RIEPILOGO GENERALE

[…]

Ultimi dati in merito alla diffusione epidemiologica della TB

gtbr18_cover_200pxNel Mondo, la TB è una delle 10 cause principali di morte provocata da un singolo agente (superiore rispetto all’HIV/AIDS). Milioni di persone continuano ad ammalarsi  di TB ogni anno. Nel 2017, la tubercolosi ha provocato 1,3 milioni di morti (range tra 1,2-1,4 milioni) [2] tra coloro che erano HIV-negativi e 300.000 morti (range tra 266.00-335.000) tra coloro che erano affetti da HIV.[3] Globalmente, la stima più accurata prevede che 10,0 milioni di persone (range tra 9,0-11,1 milioni) hanno sviluppato una patologia tubercolare nel 2017: 5,8 milioni di uomini, 3,2 milioni di donne e 1,0 milione di bambini. Si sono verificati casi in tutti i paesi e hanno coinvolto tutte le fasce di età, ma in generale il 90% era composto da adulti (di età superiore ai 15 anni), il 9% da persone affette da HIV (il 72% di essi proveniente dall’Africa) e complessivamente i 2/3 di essi erano localizzati in 8 paesi: India (27%), Cina (9%), Indonesia (8%), Filippine (6%), Pakistan (5%), Nigeria (4%), Bangladesh (4%) e Sud Africa (3%). Questi paesi assieme ad altri 22 compongono la lista delle 30 nazioni ad elevato carico di TB che hanno contribuito all’87% dei casi mondiali. [4] Solo il 6% dei casi globali si sono verificati nella Regione Europea della WHO (3%) e nella Regione Americana della WHO (3%). La gravità dei profili epidemiologici nazionali varia ampiamente tra i vari paesi. Nel 2017, si sono verificati meno di 10 nuovi casi ogni 100.000 abitanti nella maggior parte dei paesi ad alto-reddito, 150-400 nella maggioranza dei paesi presenti nella lista dei 30 paesi ad elevato impatto tubercolare e oltre 500 in pochi paesi tra i quali il Mozambico, le Filippine e il Sud Africa. La TB farmaco-resistente continua a costituire una grave problematica in termini di salute pubblica. La stima più accurata a livello mondiale nel 2017 prevede che 558.000 persone (range tra 483.000-639.000) hanno sviluppato una TB che si è dimostrata resistente alla rifampicina (RR-TB), il farmaco di prima linea più efficace, e tra questi l’82% presentava una TB multifarmaco-resistente (MDR-TB). [5] In 3 paesi si sono verificati circa la metà di tutti i casi mondiali di MDR/RR-TB: India (24%), Cina (13%) e Federazione Russa (10%). Nel Mondo 3,5% dei nuovi casi di TB e il 18% dei casi trattati precedentemente presentavano MDR/RR-TB. La maggiore percentuale (> del 50% tra i casi già trattati) è presente tra i paesi facenti parti della ex-Unione Sovietica. Nel 2017 tra i casi di MDR-TB  si stima che l’8,5% (con un intervallo di confidenza del 95% pari a 6,2-11%) abbia presentato una tubercolosi estensivamente multifarmaco-resistente (XDR-TB). [6] Si stima che circa 1,7 miliardi di persone in tutto il Mondo abbiano un infezione tubercolare latente (LBTI) e, per tale ragione, sono a rischio di sviluppare una patologia tubercolare in forma attiva nel corso della loro vita.
[…]

Conclusione

La tubercolosi è una malattia antica che un tempo veniva considerata inevitabilmente mortale. Trattamenti farmacologici efficaci sono stati disponibili a partire dagli anni ’40 e ciò ha consentito, in associazione  allo sviluppo sociale ed economico, a ridurre  l’impatto della TB a livelli molto bassi in Europa occidentale, in Nord America e in alcune altre aree del Mondo. [13] Per molti paesi, tuttavia, la “fine” della tubercolosi in forma epidemica o comunque in termini di grave problematica di salute pubblica resta tuttora solo un sogno piuttosto che una realtà. Il primo Meeting di Alto-Livello sulla TB delle Nazioni Unite il 26 settembre 2018, con la partecipazione di capi di stato e altre eminenti personalità, fornisce la piattaforma da cui incrementare gli impegni e le azioni necessarie per porre termine all’epidemia tubercolare a livello globale entro la scadenza del 2030 stabilita dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).

Bibliografia

2. Here and throughout the report, “range” refers to the 95% uncertainty interval.
3. When an HIV-positive person dies from TB disease, the underlying cause is coded as HIV in the International classification of diseases system.
4. The other 22 countries are Angola, Brazil, Cambodia, Central African Republic, Congo, the Democratic People’s Republic of Korea, the Democratic Republic of the Congo, Ethiopia, Kenya, Lesotho, Liberia, Mozambique, Myanmar, Namibia, Papua New Guinea, the Russian Federation, Sierra Leone, Thailand, the United Republic of Tanzania, Viet Nam, Zambia and Zimbabwe.
5. Defined as resistance to rifampicin and isoniazid.
6. Defined as MDR-TB plus resistance to at least one drug in the following two classes of medicines used in treatment of MDR-TB: fluoroquinolones and second-line injectable agents.
13. Around 10 or fewer new TB cases per 100 000 population per year and less than one TB death per 100 000 population per year.

[“Translated into Italian by Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com) for Updating Medicina del Lavoro from WHO – Tuberculosis (TB) – Executive Summary – Global tuberculosis report 2018. WHO is not responsible for the content or accuracy of this translation. In the event of any inconsistency between the English and theinsert language translation, the original English version shall be the binding and authentic version.”]

A seguito del primo Meeting di Alto-Livello delle Nazioni Unite (UN) sulla TB tenutosi presso quartier generale delle Nazioni Unite il 26 settembre 2018, l’Assemblea Generale delle UN ha adottato la Dichiarazione ufficiale a seguito dell’evento (Declaration of the first-ever United Nations High Level Meeting on TB); ciò certifica per la prima volta il coinvolgimento di tutti gli stati membri delle Nazioni Unite su tutti i contenuti della Risoluzione. Il Meeting di Alto-Livello ha unito più di 1000 partecipanti provenienti da tutto il Mondo, inclusi 15 capi di stato, oltre 100 tra ministri e altri leader locali, 360 rappresentanti della società civile e di altri stakeholders (tra cui anche Updating medicina del lavoro), così come 10 agenzie delle Nazioni Unite. L’evento ha usufruito di un webcast e ha raggiunto milioni di persone nel Mondo con un’ampia copertura dei media e dei social network.

Inoltre la TB sarà anche uno dei principali argomenti del prossimo Meeting di Alto-Livello delle Nazioni Unite (UN) sulla Copertura Sanitaria Universale (UHC) che si terrà il 23 settembre del 2019. La tubercolosi, così come la malaria e l’AIDS, è prevalentemente una malattia che nella società affligge i più poveri e le persone vulnerabili, criminalizzate, colpite dal pregiudizio ed emarginate; la TB è un forte indicatore di quanto sia equo il sistema sanitario di una nazione. Durante il Meeting UN 2019 verrà richiesta un ulteriore coinvolgimento dei governi e maggiori investimenti da parte del Fondo Globale per combattere e configgere la malattia.

TB_Guidelines_update_2019

L’ultimo aggiornamento del 2019 in merito alle Linee Guida WHO sulla Prevenzione e il Controllo dell’Infezione Tubercolare (WHO Guidelines on tuberculosis infection prevention and control, 2019 updatesono disponibili sul sito ufficiale dell’Agenzia.

Dati WHO del 2017 mostrano che in Italia la mortalità per Tubercolosi (tra i non affetti da HIV) è stata di 0,57 (0,56–0,58) ogni 100.000 persone; l’incidenza generale della TB nella popolazione è stata di 4,4 (3,8-5,1) casi per 100.000 abitanti. Tali riscontri sono il lieve incremento rispetto al 2016. Questi ed ulteriori dati sono disponibili nella banca dati alla pagina: Tuberculosis country profiles.

WORLD TB DAY 2019: UNITE TO END TB  Join the 2019 Campaign!

Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com)

I nostri link alla: Giornata Mondiale della Tubercolosi 2018,  Giornata Mondiale della Tubercolosi 2017Giornata Mondiale della Tubercolosi 2016,  Giornata Mondiale della Tubercolosi 2015,  Giornata Mondiale della Tubercolosi 2014.

Aggiornato al 24/03/2019


 

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...