Giornata Mondiale della Tubercolosi 2016

English translation

             UMdL partecipa alla Giornata Mondiale per la lotta alla Tubercolosi 2016 organizzata dalla Stop TB Partnership e supportata dalla World Health Organization (WHO) e dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Quest’anno UMdL ha collaborato con Stop TB Partnership  alla traduzione in italiano dei poster per la Campagna disponibili alla pagina: www.stoptb.org/events/world_tb_day/2016/materials.asp.

Frasi chiave della Campagna di quest’anno sono: Uniti per porre fine alla TB; 10 milioni di vite; Cos’hanno in comune Nelson Mandela e Jane Austen?;  Cambiare i paradigmi per porre fine alla tubercolosi; Porre fine all’epidemia globale di tubercolosi in una generazione; Porre fine all’epidemia di tubercolosi entro una generazione; Non meno del 90%…

Da alcuni estratti della più recente scheda informativa sulla tubercolosi pubblicata sul sito della WHO si evince:

”     La Tubercolosi (TB) tra tutte le patologie infettive è quella che provoca il maggior numero di morti al Mondo.

Nel 2014, si sono ammalate di TB 9,6 milioni di persone (1 milione di bambini) e ne sono morte 1,5 milioni (tra cui 140.000 bambini).
La tubercolosi colpisce principalmente adulti nei loro anni più produttivi. Tuttavia, tutte le età sono a rischio. Oltre il 95% dei casi e delle morti avvengono nei paesi in via di sviluppo. Nel 2014 circa l’80% dei casi si è verificato in 22 paesi. I 6 paesi con il maggior numero di casi verificatisi nel 2014 sono stati: Indonesia, Nigeria, Pakistan, Repubblica Popolare Cinese e Sud Africa.

La TB è la prima causa di morte tra le persone HIV-positive (ha contribuito ad un decesso ogni 3 nel 2015). Nel 2014 circa 240.000 persone nel Mondo hanno sviluppato una TB-multiresistente ai farmaci più frequentemente usati per il trattamento (MDR-TB).

L’incidenza della TB è attualmente inferiore del 18% rispetto al valore del 2000. Il tasso di mortalità tra il 1990 ed il 2015 è diminuito del 47%. Circa 43 milioni di vite sono state salvate grazie alla diagnosi ed al trattamento della TB tra il 2000 ed il 2014.
Circa un terzo della popolazione mondiale è affetta da TB latente, che indica le persone che sono state infettate dal batterio della TB ma non sono (ancora) ammalate e non possono trasmettere la malattia. Costoro presentano nel corso della vita un rischio del 10% di ammalarsi di TB. Sono a maggior rischio coloro che hanno un sistema immunitario compromesso (come le persone affette da HIV), i soggetti che sono malnutriti o che hanno il diabete, o chi consuma tabacco.

La tubercolosi è una malattia prevenibile, curabile e trattabile.

La WHO si focalizza su 6 punti essenziali per affrontare la tubercolosi:

  • Fornire una leadership globale su problematiche critiche della TB.
  • Sviluppare politiche, strategie e criteri basati sull’evidenza per la prevenzione della TB, la cura ed il controllo della TB e seguirne lo sviluppo.
  • Fornire supporto tecnico agli Stati Membri, catalizzare i cambiamenti e costruire delle capacità sostenibili.
  • Monitorare la gestione globale della TB e verificare i progressi nel trattamento della TB, nel controllo e nella gestione delle risorse finanziarie.
  • Mettere a punto un’agenda di ricerca per la TB e stimolare la produzione, il trasferimento e la disseminazione di preziose conoscenze.
  • Agevolare e coinvolgere in partnership al fine di agire contro la TB.

tb_strategy_logo_bluebgLa WHO End TB Strategy, adottata dalla World Health Assembly nel maggio 2014, è un modello per porre fine alla epidemia di TB a livello nazionale riducendo le morti, l’incidenza ed eliminando i costi elevati legati alla malattia. Ciò presuppone degli obiettivi di impatto a livello globale al fine di ridurre le morti da TB del 90% e decurtare dell’80% i nuovi casi tra il 2015 ed il 2030 e per assicurarsi che nessuna famiglia sia gravata dai costi catastrofici causati dalla TB.
Porre fine alla epidemia di TB entro il 2030 è tra gli obiettivi di salute adottati dai nuovi Sustainable Development Goals. La WHO ha un ulteriore obiettivo ed ha prefissato per il 2035 una riduzione del 95% delle vittime e del 90% dell’incidenza della TB (livelli sovrapponibili a quelli attualmente presenti in paesi a bassa incidenza di tubercolosi).

La strategia si avvale di 3 pilastri strategici che devono essere posti sul campo per porre fine in modo efficace alla epidemia:
1. Cura e prevenzione centrata sul paziente;
2. Politiche decise e sistemi di supporto;
3. Intensificazione della ricerca e della innovazione.
Il successo della Strategia dipenderà dal rispetto dei paesi dei seguenti 4 principi chiave e da come essi renderanno effettivi gli interventi fondanti di ciascun pilastro:
supervisione e assunzione di responsabilità dei governi con il monitoraggio e valutazioni; stretta alleanza con le organizzazioni della società civile e delle comunità; protezione e promozione dei diritti, dell’etica e dell’equità tra gli esseri umani; adattamento della strategia e degli obiettivi a livello nazionale con collaborazione a livello globale.”

[Tradotto da: WHO – Media Center – Tuberculosis Fact sheet N°104 Reviewed March 2016]

Dati del 2014 del WHO mostrano che in Italia la mortalità per TB (tra i non affetti da HIV) era di 0,44 (0,43-0,44) ogni 100.000 persone, l’incidenza della  tubercolosi nella popolazione era di 6 (5,2-6,8) casi per 100.000 persone. Questi ed ulteriori dati sono disponibili nella banca dati alla pagina: Tuberculosis country profiles.

WORLD TB DAY 2016: UNITE TO END TB Join the 2016 Campaign!

Qui di seguito i nostri link alla:

 Giornata Mondiale della Tubercolosi 2015 e  Giornata Mondiale della Tubercolosi 2014

Lucio Fellone (lucio.fellone@gmail.com / lucio.fellone@unisi.it)



x

Questo slideshow richiede JavaScript.

EndTB_infographic_TBREACHGDF

Scheda informativa sulla TB da StopTB.org

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...